Cerca

Horror, ovvero come violare le regole

Ecco di seguito tre scene famose tratte dal maestro del brivido, Alfred Hitchcock, per mostrare come è possibile conoscere così bene le regole di un genere a tal punto da creare un capolavoro attraverso la loro violazione.

1. Quali sono gli animali più spaventosi della storia del cinema?

Squali, orche assassine, gorilla impazzano da sempre sulla scena dei più grandi film dell'horror.

Eppure il grande regista ha scelto come protagonisti di un film dell'horror dei piccoli passerroti.

Come è possibile? Hitchcock nel 1963 gira The birds.

Il film mette in scena un'inquietante dubbio: cosa accadrebbe all'essere umano se tutte le specie di uccelli si coalizzassero contro lui?

Se è vero che l'arrivo di un solo gabbiano non ha mai fatto paura a nessuno, uno stormo impazzito è spaventoso e come. Provare per credere.

François Truffaut nel suo celebre libro Il cinema secondo Hitchcock sostiene infatti che far paura mettendo in scena uno squalo non è così eccezionale, ma dopo aver visto The birds nessuno più guarderà un passerotto nello stesso modo.


2. Qual è la miglior situazione in cui ambientare una scena di alta tensione?

Spazi piccoli, stanze anguste e buie, notti di luna piena...

Sono sicuramente alcuni dei luoghi migliori per creare una scena di paura.

Eppure il nostro Hitchcock, nel 1959, dirige Cary Grant in Intrigo internazionale. L'attore scende da un autobus lungo una strada vuota in pieno giorno.


La paura in questo caso nasce proprio dalla vastità dello spazio deserto.

La mancanza di posti in cui nascondersi o in cui ripararsi crea un'ansia che esplode all'arrivo di un aereo.

3. Problema: c'è un ristorante pieno di gente e una donna di spalle.

Come far capire chi è la protagonista? Come accendere l'attenzione su di lei? Come renderla eccezionale tra tante?

Hitchcock ama crearsi problemi e risolverli. La scena di seguito è tratta da La donna che visse due volte, del 1958, con James Stewart. La donna affascinante e misteriosa è Kim Novak e ha un segreto. Ecco come Hitchcock la presenta.


Chissà perché i giovani studenti amano molto il genere horror (in realtà il perché si sa ma non è questa la sede per aprire questo capitolo) e di film di questo genere ne conoscono tantissimi. Tuttavia come è facile immaginare non conoscono i classici del cinema e quegli registi da cui è partito tutto.

Ogni volta che ho mostrato alcune di queste sequenze ai miei ragazzi, in classe è calato il silenzio e la curiosità li ha rapiti. Spesso mi sono sentita chiedere "prof, ma poi come finisce?" In questi film non ci sono i loro attori preferiti, le immagini non appartengono più all'estetica a quale sono abituati ma Hitchcock è potente e fa ancora il suo effetto: provare per credere!

di E.M. in CinemaAScuola

© 2023 by Elisabetta Monetti. Proudly created with Wix.com

Tutti gli articoli sono di proprietà di Elisabetta Monetti. Le fotografie delle sezioni CHI SONO e FOTOGALLERY, e di contesti scolastici ben riconoscibili sono di proprietà di Elisabetta Monetti. Questi materiali sono quindi tutelati dalle leggi sul diritto d'autore ed è pertanto vietato qualsiasi utilizzo che non sia stato espressamente autorizzato in forma scritta dall'autore. 

Sede di Lezioni di spettacolo: ITALIA

Contatta monettielisabetta@gmail.com

 

Contatti  - Cookie