Cinema a scuola

Il racconto per immagini è  familiare al mondo dei ragazzi. 

Film, videogiochi, pubblicità sono presenti nella vita di tutti i giorni a tal punto che molti di loro trovano più naturale scrivere con le immagini che con le parole. Più di quanto possano immaginare molti adulti, i ragazzi hanno facilità sorprendente nel prendere un telefonino in mano per creare una storia. Lo spazio che la scuola riserva ai film è minimo e apparente. 

 

In qualche occasione, infatti, è possibile vedere dei film e studiarne la storia, ma il ruolo del cinema a livello scolastico è prevalentemente passivo facendo dello studente essenzialmente uno spettatore, quando, invece, grazie ai social, l'adolescente è già regista, montatore sceneggiatore... senza che però nessuno gli spieghi mai le basi del linguaggio che usa.

Un insegnamento dedicato al cinema dovrebbe mirare a far utilizzare le attrezzature di base inerenti ai vari settori specifici.

Un percorso di cinema può concludersi con la creazione di un video musicale o un cortometraggio.

Questa esperienza, ormai molto vicina alle passioni degli studenti, dà la possibilità di mettere in pratica le competenze sviluppate nel corso delle lezioni frontali e unirle con quelle maturate nel corso di studi di altre discipline.

Tuttavia non tutto è semplice come appare. La parte pratica risente di tanti ostacoli. Continua a leggere il blog…