Cerca

Quali sono i lavori nel cinema? Ce li racconta Cristiano Di Felice

In questo anno scolastico, al termine del corso pomeridiano dedicato al cinema, ho invitato per un incontro on line il fondatore della scuola di cinema di Pescara, Cristiano Di Felice.


Perché forse non tutti sanno che a Pescara c'è una scuola di cinema. Si chiama IFA, è stata fondata nel 2009 e in questi anni ha formato decine e decine di giovani preparandoli al mondo del cinema in tutti i settori.


Ho voluto ospitare Cristiano Di Felice, che della scuola è anche il direttore artistico, perché come lui stesso ha ricordato quando si parla di film

“si pensa sempre agli attori, ma è giusto far scoprire ai giovani le tante professioni che contribuiscono a creare un'opera cinematografia”

Domanda: Quante sono le fasi di lavorazione di un film?

Cristiano Di Felice: Ci sono 5 fasi nella lavorazione di un film. La prima è quella dello Sviluppo, poi c’è la Produzione (con una fase pre e una post) e infine la Promozione.


D: Concentriamoci sulle prime due. Ci puoi spiegare quali sono i protagonisti di queste due fasi?

C. D. F.: Nella prima parte si stende un soggetto.

Il soggetto non è altro che un'idea racchiusa in 15 pagine senza dialoghi.

Successivamente si fa il trattamento e in questa parte si indicano più precisamente le scene, se, per esempio, sono in interni o in esterni.

In generale diciamo che un film si sviluppa tra le 70 e le 110 scene.


D: Poi c'è la Preproduzione?

C. D. F.: Sì, ed è in questa fase che si fanno il cast e i sopralluoghi.

Dopo aver trovato gli attori si comincia con le prove a tavolino.

Inoltre si formano i reparti che devono essere gestiti da un caporeparto.

Per esempio c'è il Reparto Regia.

Il regista lavora con l'aiuto regista, che possiamo considerare il metronomo del set.


D: Devo ammettere che è una bellissima definizione.

C. D. F.: Lo definisco così perché è lui che detta i tempi del piano di lavorazione.

Capisce, per esempio, se una scena è realizzabile nei tempi previsti o non è realizzabile. Quindi come si può intuire è una figura importantissima.

Inoltre ci sono il primo e il secondo assistente alla regia e la segretaria di edizione. D: I registi oggi girano ancora in pellicola? C.D.F.: Il 90% dei registi gira oggi in digitale, ma, come succede per i dischi, c'è qualcuno che vuole girare ancora con la pellicola.

Fonte: Facebook

D: Ci sono altri reparti?

C. D. F.: E sì, tanti. E tutti fondamentali. C'è, per esempio, il Direttore della fotografia, che dà il colore del film e ci sono gli operatori assistenti alla macchina da presa, come i macchinisti e poi ci sono gli elettricisti.

Altri reparti sono il Reparto fonico e il Reparto scenografia e così via. I reparti vanno a formare un‘orchestra davvero molto complessa.


D. Ora parliamo di te. Qual è il tuo ultimo lavoro?

C. D. F.: Ho appena finito di girare la storia di Wrestlove, L'amore Combattuto, prodotto dalla IFA Scuola di Cinema. Con questo film racconto una storia locale, ma dal respiro internazionale. Inoltre volevo dare l'opportunità a giovani emergenti diplomati IFA di esordire al fianco dei propri docenti professionisti del settore. Infatti in questo film hanno lavorato diversi ex allievi del Corso DIRECTING ricoprendo anche ruoli da caporeparto.

(Wrestlove è uscito nel mese di Marzo sulla piattaforma CHILI non solo in Italia, ma anche in UK, Germania, Austria e Polonia NdA).


D: Nella tua scuola hai prodotto vari film. Di quale progetto sei più fiero?

C. D. F.: Bangland che ha vinto il premio SIAE 2015 per l'esordiente Lorenzo Berghella.

Una graphic novel provocatoria e irriverente su un’America totalmente inventata e paradossale.


Un altro film di cui vado fiero è Colpa del mare.

Quest'ultimo è il corto di diploma dei registi Igor Di Giampaolo e Giuseppe D'Angella.


Poi c'è Scala 6 un corto di Danilo Corbellini Scarcia e Antonio Genovese. Questo corto ci ha reso davvero felici perché ha ricevuto tre premi al Top Indie Film Awards. È stato premiato come Best Student Film, Best Cinematography e Best Music.


Insomma sono tanti i progetti realizzati nella nostra scuola di cui vado fiero.


Appare quindi evidente che Cristiano De Felice ha creato uno scuola di cinema di qualità, producendo e realizzando tanti film di diverso genere facendo incetta di premi.

Un bellissimo esempio anche per il mio piccolo gruppo di allievi così giovani e così appassionati.

63 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti